Centraline: «Impatto zero o stop agli incentivi statali»

Centraline: «Impatto zero o stop agli incentivi statali»
Dal Corriere delle Alpi del 17 settembre 2018 D’Incà (M5S) illustra il decreto pensato per fermare distruzione e speculazione «I privati vogliono costruire in provincia altri 80 impianti, noi li fermeremo» Centraline: «Impatto zero o stop agli incentivi statali» BELLUNO Si preannunciano tempi duri per gli sfruttatori di fiumi e torrenti a scopo idroelettrico, ma il Governo ora dovrà reggere fino alla fine. Il Movimento Cinque Stelle già esulta per il cosiddetto “decreto incentivi” che promette di mettere fine al far west delle centraline. Ad annunciarlo è il parlamentare bellunese...
read more

Nuova bozza di decreto rinnovabili: non più incentivi all’idroelettrico nei corsi d’acqua naturali

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) in sintonia con il ministero dell’ambiente (MATTM) ha reso nota la nuova bozza di decreto alle energie rinnovabili.: non più incentivi all’idroelettrico nei corsi d’acqua naturali! Decreto-FER-bozza-2018    
read more

Stop agli incentivi idroelettrici. Pronto un decreto del M5S

Stop agli incentivi idroelettrici. Pronto un decreto del M5S
Dal Corriere delle Alpi del 15 settembre-   Potrebbe essere la svolta per chi da anni lotta contro il proliferare di centraline De Pellegrin: «Se così fosse i torrenti della Val di Zoldo sarebbero salvi» Stop agli incentivi idroelettrici Pronto un decreto del M5S Belluno – Stop allo sfruttamento idroelettrico? Potrebbe essere la volta buona. Gli incentivi statali sono stati accusati di essere la causa del proliferare di richieste di derivazione d’acqua pubblica a uso idroelettrico. Ma ora sembra che la musica stia cambiando. Almeno questo emerge dalla bozza del nuovo decreto sulle energie...
read more

Comunicato “Centraline: se è vero, come è vero…”

Comunicato “Centraline: se è vero, come è vero…”
Comunicato- Nei mesi estivi l’alto Bellunese è stato al centro di tre eventi pubblici di rilievo, anche mediatico, sul tema delle centraline idroelettriche: – il presidio del 6 luglio sotto il palazzo della Provincia per contestare l’autorizzazione alla terza centralina sul torrente Rova (Agordo) – la conferenza stampa indetta per il 21 luglio presso l’Orrido dell’Acquatona, a Sappada, da comitati e associazioni venete e friulane per annunciare il ricorso in Cassazione contro la concessione Piave-Val Sesis, che interessa la parte iniziale del Piave, la sola rimasta integra; – la tavola...
read more

Ipersfruttamento idroelettrico nell’arco alpino e incentivi, Belluno, sala Muccin, sabato 11 novembre ore 20.30

Comunicato La necessità di ridurre le emissioni di gas serra da combustibili fossili, che influiscono sui cambiamenti climatici, ha dato il via a molti “imbrogli ecologici” che rischiano di peggiorare la situazione invece di contribuire a risolverla. Uno di questi “imbrogli” è senz’altro lo sfruttamento dei residui corsi d’acqua per produrre energia elettrica, una vera e propria “corsa all’oro blu” scatenata in Italia dagli incentivi governativi alle rinnovabili, con la richiesta di migliaia di nuovi impianti di derivazione che intuberanno altri 3.000 km di fiumi per un contributo energetico...
read more