Rite, diffida per deflusso non rispettato

dal Corriere delle Alpi del 20 marzo 2015

Rite, ditta diffidata dalla Provincia per il deflusso non rispettato

CIBIANA DI CADORE
Nuova diffida contro una delle società del settore idroelettrico: una sorta di “ammonizione” da parte della Provincia contro chi non rispetta le regole, in particolare quelle sul Deflusso Minimo Vitale.

Questa volta i controlli di palazzo Piloni si sono concentrati lungo un corso d’acqua a Cibiana di Cadore dove, lo scorso ottobre, gli uomini della polizia provinciale hanno notato che il deflusso dell’acqua avveniva solo tramite la scala di monta del pesce. Un flusso peraltro «molto esiguo» tanto che non sembrava essere quello previsto dagli accordi siglati all’epoca del rilascio della concessione.

La Provincia ha quindi chiesto il parere dell’Arpav, che ha svolto alcuni controlli, e ha preso atto che a palazzo Piloni non sono mai arrivati i risultati delle misurazioni dell’acqua previsti dal disciplinare di concessione.

Le osservazioni presentate dalla società per difendersi dalle accuse non hanno convinto la Provincia che, dopo aver interpellato nuovamente l’Arpav, ha emesso una formale diffida nei confronti della ditta invitandola a regolarizzare il Deflusso Minimo Vitale.

Si tratta della terza diffida nel giro di poche settimane a società che operano tra Cadore e Comelico.