Iter ad ostacoli per le centraline lungo il Piave

Dal Corriere delle Alpi del 04 agosto 2017

Iter ad ostacoli per le centraline lungo il Piave

BELLUNO Si fa difficile il percorso di realizzazione delle 14 centraline lungo il Piave nel Comelico, tra Santo Stefano (la maggioranza) San Pietro e Sappada. La commissione Via della Regione si è riunita una decina di giorni fa e ha valutato i progetti presentati (per lo più da privati), oltre alle osservazioni che erano state illustrate dagli amministratori. Delle due strade che la Commissione aveva davanti ha scelto quella più difficile, tortuosa, complessa: non è un no, ma quasi. Da quanto si sa, dovrebbero partire un supplemento di indagine, dei sopralluoghi, degli approfondimenti che spesso vogliono dire arrivare ad un diniego.Il motivo della decisione è sicuramente collegato all’incredibile effetto cumulativo della quindicina di domande.

Spiega il sindaco di Santo Stefano Alessandra Buzzo: «Noi ci siamo opposti in tutti i modi alle centraline che interessavano il nostro territorio. Praticamente ad ogni briglia lungo il Piave nel giro di pochi chilometri, era prevista una centralina, e in qualche caso le domande erano anche più d’una per la stessa briglia. Abbiamo portato le nostre ragioni e abbiamo fatto delibere in consiglio comunale per bloccare questo disastro ambientale. Se la commissione Via ha recepito le motivazioni del nostro dissenso non possono che esserne soddisfatta». Tra gli argomenti portati da Santo Stefano, la valenza turistica e ambientale del territorio.