Chicco e la diga, Testa chiede 39 milioni di danni a parchi e paesi

Da Il Fatto Quotidiano dell’11 gennaio 2018 Chicco e la diga: Testa chiede 39 milioni di danni a parchi e paesi Energia e incentivi – Le dighe sul Mis, nel Parco delle Dolomiti Sui fiumi di Belluno sono state realizzate già 283 centraline e ci sono 202 domande. L’affare sono gli incentivi non l’energia. Il padre dell’ambientalismo che rischia di mandare a gambe all’aria un parco e una manciata di Comuni di montagna. Dovrebbero pagare 39 milioni di danni alla società di cui è presidente Chicco Testa. Mentre i dirigenti dell’impresa sono accusati di aver compiuto abusi e aver fatto tagliare...
read more

Mini idroelettrico una rinnovabile che devasta il territorio

Comunicato Italia Nostra dell’8 gennaio 2018 Mini idroelettrico una rinnovabile che devasta il territorio Non sempre rinnovabile è anche eco-sostenibile. Ne sono un esempio le cosiddette centraline (centrali idroelettriche sotto 1 MW di potenza) che, a migliaia, provocano danni irreparabili ai torrenti in tutto l’arco alpino. Si chiamano Grisol, Talagona, Andraz, Mis, Maè, Liera e sono tra i pochissimi torrenti di montagna in provincia di Belluno a conservare inalterata, o quasi, la loro naturalità. Torrente Grisol, val Zoldana (uno dei pochi torrenti dell’arco alpino ancora naturale) Gravitano...
read more

Erosione sul Piave: la Forestale avvisa i sindaci

 Dal Gazzettino del 4 Gennaio 2018 Erosione sul Piave: la Forestale avvisa i sindaci PONTE NELLE ALPI Il Piave erode le sponde. Ed il Nucleo della Forestale, ora confluito nell’Arma dei Carabinieri, lo scrive ai Comuni di competenza, cioè a Ponte nelle Alpi e a Longarone. Ma ora la palla passa al Genio Civile, competente in materia visto che si tratta dell’alveo di un fiume. Nel territorio comunale di Ponte l’erosione si colloca sotto l’autostrada, in corrispondenza del ponte sul Piave: qui una volta c’era un sentiero che ora non c’è più proprio perché mangiato...
read more

Canoni idrici: «Attivare un tavolo con Enel»

Dal Corriere delle Alpi del 2 Gennaio 2018 Lo chiede Serenella Bogana, per utilizzare i rimborsi in interventi di manutenzione sul territorio Canoni idrici: «Attivare un tavolo con Enel» BELLUNO Subito un tavolo con Enel. Serenella Bogana, già vicepresidente della Provincia e ricandidata nel listone unico che, da lunedì, costituirà il nuovo consiglio (già definito, visto che non sono state presentate altre liste) chiede di rispettare il percorso che era stato avviato quando a trattare con Enel sulla questione dei canoni idrici era stata Daniela Larese Filon. Insieme al consigliere Leandro Grones, la...
read more

IlComune di Andreis (PN) chiede al Governo di abrogare gli incentivi

In data 10 gennaio 2018 il Comune di Andreis (PN),  Sindaco Romeo Alzetta ha inviato Al Ministero dello Sviluppo Economico Al Ministero dell’Economia Al Ministero dell’Ambiente Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali una Richiesta di abrogazione incentivi al piccolo idroelettrico vedi testo
read more