De Menech propone un’alleanza sulle concessioni

Dal Corriere delle Alpi del 4 Dicembre 2017 De Menech ricorda l’appuntamento del 2026 quando scadono quelle in corso «Alleanza sulle nuove concessioni» BELLUNO Un’alleanza tra Regione e Provincia sulle grandi concessioni d’acqua, l’oro blu del Bellunese. La propone l’on. Roger De Menech, plenipotenziario del governo ai piedi delle Dolomiti. Ieri mattina, tra un cono e l’altro, alla Mostra del gelato di Longarone, De Menech e Gianpaolo Bottacin, assessore all’ambiente, si sono soffermati a discutere del supplemento d’autonomia in materia energetica...
read more

Energia, polemica su Trento e Bolzano. Bottacin: «Un regalo inaccettabile» e attacca De Menech

Dal Corriere delle Alpi del 3 Dicembre 2017 Le due Province autonome si prendono le centrali idroelettriche. Zaia: «Spero in una loro maggiore generosità in futuro» Energia, polemica su Trento e Bolzano BELLUNO La trattativa fra il Veneto ed il Governo non era ancora scattata, quando il Trentino Alto Adige riceveva da Roma la competenza sulle centrali idroelettriche (una decina, quelle ex Edison) portandosi appresso la conferma di due finanziamenti: 300 milioni di euro in due anni per Bolzano e 386 per Trento. Nelle stesse ore, le due Province autonome s’impegnavano con il Comitato per la...
read more

Boal Santo, Lamon: in picchiata la produzione di energia

Dal Corriere delle Alpi del 2 Dicembre 2017 Lamon: l’estate siccitosa fa crollare la resa della centralina idroelettrica. L’opposizione chiede se valga la pena affrontare i costi di manutenzione Boal Santo, in picchiata la produzione di energia LAMON L’estate siccitosa manda in picchiata la produzione di energia idroelettrica. Rispetto ai 300 mila kilowatt/ora, arrivati fino a 400 mila annui, fino a settembre 2017 la centralina di Boal Santo, ha avuto un crollo di produzione che arriva a malapena a 35 mila K/h. Per un corrispettivo di appena cinquemila euro. Vale la pena di investire...
read more

Petizione no incentivi al mini-idroelettrico – aggiornamento adesioni

Petizione no incentivi al mini-idroelettrico    con  elenco aggiornato sottoscrittori Al Ministro dello Sviluppo Economico Al Ministro della Economia Al Ministro dell’Ambiente Al Ministro delle politiche Agricole e Forestali Le sottofirmate Associazioni premesso che L’idroelettrico é una delle principali cause di degrado dei corsi d’acqua e rappresenta un aspetto di grande criticità per l’economia montana, essendo antitetico all’economia turistica; esso è un primario detrattore ambientale, e colpisce centinaia di chilometri di corsi d’acqua di grande pregio ambientale e paesaggistico, sottraendo acqua...
read more

Perché dichiariamo “basta incentivi” e non chiediamo leggi di tutela

Integrazione alla Petizione al Governo per togliere incentivi e “pubblica utilità” al mini-idroelettrico PERCHÉ DICHIARIAMO “BASTA INCENTIVI” E NON CHIEDIAMO LEGGI DI TUTELA L’emergenza che dobbiamo oggi affrontare sono le domande in itinere. L’unica soluzione possibile è agire sull’incentivo, perché tutte le modifiche normative introdotte finora si sono rivelate ovunque inefficaci. A partire dal 2000, e soprattutto dal 2009, lo Stato italiano ha destinato molti soldi e incoraggiato la presentazione di domande per nuovi impianti idroelettrici in assenza di pianificazione e di normative di...
read more