L’idroelettrico in Italia

L’idroelettrico in Italia
L’idroelettrico in Italia di Lucia Ruffato* I fiumi italiani non godono di buona salute: oltre il 50% non raggiunge il livello qualitativo minimo imposto dall’Europa e meno del 5% conserva condizioni di elevata naturalità. Nella prima metà del secolo scorso la maggior parte dei corsi d’acqua italiani è stata sfruttata per la produzione di energia idroelettrica, con la realizzazione di dighe e di grandi centrali: i 300 grandi impianti allora costruiti coprono ancor oggi l’85% della produzione idroelettrica nazionale. A partire dal 2008, grazie agli incentivi governativi alle rinnovabili che...
read more

Scadenza osservazioni impianti Anfela, Digon, Cordevole Visdende

Data scadenza osservazioni progetti di nuovi impianti in Cadore: VIA 76. Proponente: Dolomiti Derivazioni S.r.l. Impianto idroelettrico sul torrente Anfela – Comune di localizzazione: Pieve di Cadore (BL) DATA SCADENZA OSSERVAZIONI 12 ottobre 2020 In itinere Per informazioni: Dott.ssa Agnese Rosa VIA 77. Proponente: Dolomiti Derivazioni S.r.l. Impianto idroelettrico sul torrente Cordevole Visdende – Comuni di localizzazione: Santo Stefano di Cadore e San Pietro di Cadore (BL) DATA SCADENZA OSSERVAZIONI In verifica amministrativa Per informazioni: Dott.ssa Elisabetta Pastrello   VIA...
read more

“Aiutateci a difendere il lago di Centro Cadore”

“Aiutateci a difendere il lago di Centro Cadore”
Dal Corriere delle Alpi del 15 settembre 2020 «Aiutateci a difendere il lago»   CADORE Quel lago va difeso. È il lago del Cadore, splendido bacino creato negli anni 50, è parte del complesso di dighe e centrali realizzati dalla Sade lungo l’alto bacino del fiume e poi passato ad Enel. Ebbene, al capezzale del lago ecco una nuova sinergia. Lions Club Cadore Dolomiti e Rotary Club Cadore Cortina d’Ampezzo, che hanno spesso collaborato alla realizzazione di service in favore della popolazione del territorio, basti pensare alla raccolta alimentare a favore delle famiglie bisognose del...
read more

Idroelettrico, no al progetto sul Ru Costa Brusada a Borca

Idroelettrico, no al progetto sul Ru Costa Brusada a Borca
Dal Corriere delle Alpi del 27 agosto 2020 Idroelettrico, no al progetto lungo il Ru Costa Brusada a Borca Il Comitato tecnico regionale Via ha bocciato l’impianto di Dolomiti Derivazioni: «Andrebbe a peggiorare lo stato idromorfologico del corso d’acqua» La centralina idroelettrica sul Ru Costa Brusada non si farà. Il 12 agosto il Comitato tecnico regionale Via ha espresso parere non favorevole al rilascio del giudizio di compatibilità ambientale rispetto al progetto presentato da Dolomiti Derivazioni nel 2018. In sostanza l’impianto andrebbe a peggiorare lo stato del corpo idrico, fatto che si...
read more

Torna la laminazione e il lago del Cadore ricomincia a svuotarsi

Torna la laminazione e il lago del Cadore ricomincia a svuotarsi
Dal Corriere delle Alpi del 19 agosto 2020 Torna la laminazione e il lago del Cadore ricomincia a svuotarsi La protesta dei pescatori che si scontrano con la burocrazia: «La legge impone ad Enel di iniziare a Ferragosto» CALALZO. Ci risiamo. L’effetto della laminazione torna ad affliggere il lago di Centro Cadore scatenando la protesta generale. Ad annunciare qualcosa che tutti sapevano sarebbe accaduto è stato il presidente del Bacino di pesca numero 4, Giuseppe Giacobbi che, foto alla mano, ha denunciato un sensibile abbassamento dei livelli delle acque del lago a partire dal giorno di Ferragosto....
read more

Tre petizioni a tutela dei torrenti Resia, Arzino e Alberone

Da StudioNord news del 30 luglio 2020 In Consiglio regionale tre petizioni a tutela dei torrenti Resia, Arzino e Alberone Tre petizioni in favore dell’integrità ambientale di altrettanti torrenti, l’Arzino, l’Alberone e il Resia, sono state presentate oggi in Consiglio regionale con l’obiettivo anche di promuovere una più ampia riflessione sulla necessità di tutelare il complesso reticolo orografico del Friuli Venezia Giulia, considerato sotto attacco di grandi imprese idroelettriche. Un patrimonio ricco e straordinario da non perdere, che meriterebbe anzi – è stato detto – una legge regionale sulla...
read more