Ipersfruttamento idroelettrico nell’arco alpino e incentivi, Belluno, sala Muccin, sabato 11 novembre ore 20.30

Comunicato La necessità di ridurre le emissioni di gas serra da combustibili fossili, che influiscono sui cambiamenti climatici, ha dato il via a molti “imbrogli ecologici” che rischiano di peggiorare la situazione invece di contribuire a risolverla. Uno di questi “imbrogli” è senz’altro lo sfruttamento dei residui corsi d’acqua per produrre energia elettrica, una vera e propria “corsa all’oro blu” scatenata in Italia dagli incentivi governativi alle rinnovabili, con la richiesta di migliaia di nuovi impianti di derivazione che intuberanno altri 3.000 km di fiumi per un contributo energetico...
read more

La centralina alle porte della città? Colpa dello Stato che le incentiva

Dal Gazzettino dell’11 maggio 2017 – «La centralina alle porte della città? Colpa dello Stato che le incentiva» Una centralina sotto il Ponte della Vittoria? La questione è in mano alla Provincia di Belluno.La «colpa però è dello Stato e degli incentivi alla produzione idroelettrica». Il caso dell’idroelettrico alle porte di Belluno (e di Ponte nelle Alpi e di Limana) è tornato prepotentemente alla ribalta, perché nei giorni scorsi l’azienda altoatesina Reggelbergbau srl ha ripreso l’iter per tre derivazioni idroelettriche sul Piave. Quelle tre centraline che avevano...
read more

Bottacin: «Colpa di Unione europea e governo che danno incentivi»

Dal Corriere delle Alpi dell’11- maggio 2017 – Per la Provincia è difficile contrastare questi impianti.Bottacin: «Colpa di Unione europea e governo che danno incentivi» «Centraline tutelate da leggi nazionali» BELLUNO «Sulle centraline idroelettriche a Belluno e Ponte nelle Alpi dovrà decidere la Provincia: se non le vuole dovrà giustificare molto bene il proprio diniego, perché esiste una norma nazionale, la 387/2003 che definisce queste centrali “opere urgenti e indifferibili” in quanto rientrano nella legge che incentiva le energie rinnovabili». Le norme Potrebbero esserci poche...
read more

Oneri di sistema aumentati del 424%

Dal Gazzettino del 6 maggio 2017 – Inflazione, la presa in giro dell’energia LA LETTERA Scrivo per evidenziare quanta poca correlazione e trasparenza ci sia, per esempio, tra il rilevamento dell’inflazione media del 2016, indicata dall’ISTAT in 0,1%, e le fatture delle forniture di energia elettrica applicate dai vari gestori del settore.Mentre l’indice ufficiale dell’ISTAT ci pone ufficialmente in deflazione (quindi costo della vita potenzialmente in calo), le fatture, per esempio, del Servizio Elettrico Nazionale hanno subito un forte aumento; personalmente, per...
read more

Appello di Italia Nostra: colpa degli incentivi

Dal Corriere delle Alpi del 9 gennaio 2017 Oltre cento domande in corso di definizione, ben dieci «incombono» su Cortina e la Valle del Boite Appello di Italia Nostra: colpa degli incentivi BELLUNO Sette cittadini di Val di Zoldo hanno comprato una pagina del Corriere delle Alpi per spiegare che occorre crederci e che insieme si possono ottenere dei risultati. Il risultato di cui si parla è il ricorso, pagato di tasca propria e vinto, contro la centralina sul Rio Canedo, in Val di Zoldo. L’impianto è stato bocciato dal Tribunale superiore delle acque pubbliche. Ma nello stesso tempo i sette firmatari...
read more
Pagina 1 di 212