Provincia. Centraline, più tutele per i fiumi bellunesi

Dal Corriere delle Alpi del 27 settembre 2017 La Provincia vuole rendere più forti le matrici di rischio previste da un decreto ministeriale Centraline, più tutele per i fiumi bellunesi BELLUNO La qualità dei fiumi e torrenti bellunesi è elevata e la Provincia punta a mantenerla tale. L’atto di indirizzo votato ieri dal consiglio provinciale prevede che siano innalzati i livelli di tutela, al fine di evitare la realizzazione di nuovi impianti. Entro il 31 dicembre, infatti, va data attuazione al decreto 29 della Direzione generale per la salvaguardia del territorio e del mare del ministero...
read more

Un grido dal territorio «Adesso basta incentivi»

Dal Corriere delle Alpi del 24 settembre 2017   Poderosa la risposta dei bellunesi: provincia tappezzata di bandiere e striscioni Coinvolti comitati, pescatori e tanta gente comune: «Difendiamo i nostri fiumi» Un grido dal territorio «Adesso basta incentivi» BELLUNO È un grido di dolore, ma insieme di battaglia, quello che si leva dal Bellunese: «Basta incentivi». Non è più sufficiente chiedere di smettere di costruire centraline idroelettriche. Per fermare definitivamente quelle 150 richieste di concessione per impianti sui fiumi e i torrenti bellunesi la soluzione è una e Acqua Bene Comune lo...
read more

Sindaco Val di Zoldo: «Giù le mani dal Maè, la zona è inviolabile»

Dal Corriere delle Alpi del 24 settembre 2017 Il sindaco di Val di Zoldo De Pellegrin si prepara al sopralluogo di giovedì per un progetto di Cire «Giù le mani dal Maè, la zona è inviolabile» VAL DI ZOLDO L’invito è rivolto a sindaco e tecnici ma è possibile che al sopralluogo si presentino anche associazioni e semplici cittadini. «Il tema delle centraline è molto sentito» spiega il primo cittadino di Val di Zoldo Camillo De Pellegrin, «sono convinto che avremo una partecipazione ampia». L’appuntamento è per giovedì, data in cui la Regione Veneto ha fissato il sopralluogo per il progetto...
read more

D’Incà (M5S) «È urgente una moratoria»

Dal Corriere delle Alpi del 25 settembre 2017 D’Incà (M5S) «È urgente una moratoria» BELLUNO «Stop a nuove concessioni di centraline idroelettriche». Il parlamentare bellunese del Movimento 5 Stelle, Federico D’Incà, ha presentato un’interrogazione per una moratoria nel rilascio delle concessioni già richieste fino all’entrata in vigore del decreto 29/2017. L’obiettivo è evitare un contrasto alle norme comunitarie e nazionali. Il sottosegretario Silvia Velo nella risposta inviata al parlamentare ha affermato che «la promozione di una eventuale moratoria sulle derivazioni...
read more

Armaroli (Cnr): in futuro l’energia solo da fonti rinnovabili

Dal Corriere delle Alpi del 25 settembre 2017Armaroli (Cnr): «Non abbiamo scelta il futuro è questo» La transizione verso un “mondo pulito” già è iniziata. Nei prossimi anni serviranno coscienza e lungimiranza per arrivare alla copertura dell’intero fabbisogno energetico con le sole fonti rinnovabili. Di rischi, nuove sfide e conversione abbiamo parlato con Nicola Armaroli, 51 anni, dirigente di ricerca del Cnr, esperto in nuovi materiali per la conversione dell’energia solare. Ha pubblicato oltre 200 lavori e sette libri ed è direttore della rivista “Sapere”....
read more

«No alla centralina sull’orrido di Acquatona»

Dal Corriere delle Alpi del 12 settembre 2017 Grido d’allarme di “Peraltrestrade”: «A chiedere l’impianto è incredibilmente il Comune di Sappada» «No alla centralina sull’orrido di Acquatona» SAPPADA«La bellezza mozzafiato dell’orrido dell’Acquatona, lungo il Piave e a pochi chilometri dalle sorgenti, non basta a fermare il progetto di una centralina idroelettrica che ne porterebbe via l’acqua e il fascino, in cambio di poca energia» . È un grido d’allarme, quello lanciato dal Comitato “Peraltrestrade”, che coordina, in questa protesta,...
read more
Pagina 5 di 56« Prima...34567...102030...Ultima »