Currently Browsing: senza categoria

Chicco e la diga, Testa chiede 39 milioni di danni a parchi e paesi

Da Il Fatto Quotidiano dell’11 gennaio 2018 Chicco e la diga: Testa chiede 39 milioni di danni a parchi e paesi Energia e incentivi – Le dighe sul Mis, nel Parco delle Dolomiti Sui fiumi di Belluno sono state realizzate già 283 centraline e ci sono 202 domande. L’affare sono gli incentivi non l’energia. Il padre dell’ambientalismo che rischia di mandare a gambe all’aria un parco e una manciata di Comuni di montagna. Dovrebbero pagare 39 milioni di danni alla società di cui è presidente Chicco Testa. Mentre i dirigenti dell’impresa sono accusati di aver compiuto abusi e aver fatto tagliare...
read more

Ricorso per il Maè, scontro Comune-Provincia

Dal Corriere delle Alpi del 4 ottobre 2017 Il sindaco De Pellegrin: «Siamo al paradosso, siamo in causa per difendere il territorio» Ricorso per il Maè, scontro Comune-Provincia VAL DI ZOLDO La Provincia dei sindaci contesta il ricorso di un sindaco. E gli chiede anche di pagare le spese processuali. Nel giorno in cui il presidente dell’ente di area vasta Padrin ha convocato gli amministratori per discutere del referendum per l’autonomia, avrebbe dovuto svolgersi l’udienza al Tribunale superiore delle acque pubbliche per la centralina sul Maè. Contesta dall’amministrazione...
read more

Piave pieno di limo. La rabbia dei pescatori dal Cadore fino a Busche e oltre

Dal Corriere delle Alpi del 2 ottobre 2017 La rabbia dei pescatori dal Cadore fino a Busche e oltre. Dalle paratoie della diga di Valle escono fanghi e detriti Piave pieno di limo: «Sembra asfaltato» BELLUNO«Qui stanno uccidendo un fiume». È il grido di allarme di Endi Mussoi, vicepresidente del Bacino 6 di pesca Longarone e Zoldo. «Il Piave, da Sospirolo a Soverzene, è “asfaltato” di fango. Mi dicono che il Boite, da Valle a Perarolo, non esiste più». Si alza, anzi, diventa veemente la polemica dei pescatori contro il rilascio di acqua e limo dalla diga di Valle di Cadore, per iniziativa...
read more

D’Incà sul Grisol: “Basta speculazioni sulla pelle dei bellunesi”

Newsletter Federico D’incà M5S 09 maggio 2017 Torrente Grisol (Longarone): basta speculazioni sulla pelle dei bellunesi “Ho voluto visitare di persona il torrente Grisol nel comune di Longarone accompagnato dal sindaco Roberto Padrin, dagli “amici del Grisol” ed Acqua Bene Comune che ancora una volta si trova sotto attacco con un ricorso in Cassazione della ditta che vuole installare un impianto di derivazione idroelettrico” annuncia il deputato bellunese Federico D’Incà. Torrente Grisol 003Il Grisol, con l’omonima valle a cui si accede da Soffranco, è rimasto uno dei luoghi più integri,...
read more